15/12/2020
SEMBRA FACILE …



La partita è agli sgoccioli, così come il campionato, Play off, gara decisiva, sono l'ultimo battitore, siamo sotto di un punto, vado nel box, do un'occhiata al mio compagno successivo, "beh lui ha il fuoricampo nella mazza", quindi sono decisivo, il mio turno lo è, respiro, i soliti tic, sono pronto, no un momento, chiedo tempo all'arbitro, respiro, no non posso mollare di un centimetro, prima palla, è strike, subito in svantaggio, dai togliti dalla testa la negatività, ho ancora due lanci, si però lui è in vantaggio, ora mi può giocare le sue palle migliori, si però, io questo lo so, e conosco i suoi lanci, poi è meglio così, sotto pressione io do il massimo, ecco visto, un ball, ora siamo pari, no in realtà è ancora in vantaggio lui, ora cosa mi tira, forse vuole tornare in vantaggio con una dritta, e vuole chiudere in fretta, o forse non si fida, d'altronde è in vantaggio, con due out, sa che sono più teso io, ed è in vantaggio sul punteggio, ecco una curva mi ha sorpreso, secondo strike, “gira quella mazza”, eh sì mi sa che hanno ragione fuori, però fosse facile, da fuori è sempre più semplice, ecco 2 strike 1 ball, peggio di così non potrei essere, anche 2 out, stasera bisogna che mi ricordi di fare gli auguri ad Alice, ma cosa sto pensando, sono qui in questo momento decisivo con tutti i miei compagni che osservano, avranno fiducia in me? Ora li guardo, mi stanno incitando, e lui, il lanciatore cosa mi tirerà? Sa che io mi aspetto una palla difficile, forse in ball e magari mi sorprende con una dritta in mezzo, ma no, non credo che rischi, gira quella mazza, devo difendere il piatto, così mi diceva l'allenatore quando ero bambino, ecco lo sapevo ha ripetuto la curva, ma stavolta ho difeso bene, battuta in foul, ed ora, secondo me, prepara il lancio successivo o forse non vuole più rischiare e vuole chiudere, dritta interna, ecco lo sapevo era il lancio per preparare lo slider esterno sul conto di 2 ball e 2 strike, ora mi sento un po' meglio perché sono certo della sua strategia, sono pronto, no un attimo ancora, tempo arbitro, ora sono io che comando, lo innervosisco un attimo, d'altronde, ricordi l'allenatore? "Comandi tu hai la mazza in mano", quanto ero piccolo ed ingenuo, e così slider esterno, ed è ball, ed ora caro amico, 3 ball 2 strike, ora sono pronto, devi venire dentro, guardo il mio compagno, lui ha il fuoricampo nella mazza, io devo fare il mio lavoro, siamo pur sempre sotto solo di un punto, 2 out, quando ho iniziato il turno i nove giocatori in campo erano certi della vittoria, ora sono un po' più nervosi, 3 ball 2 strike, ed ora vieni dentro, io non mollo di un centimetro.
Ecco ricordo il professore che interrogava, che domanda mi avrebbe fatto, proprio quella che non avevo studiato, guardo i miei compagni, magari un cenno d'aiuto o di fiducia, 3 ball 2 strike, a me va bene anche la base ball, d'altronde non sono un fuoricampista, ma chissà, un paio li ho fatti, magari, la vita è piena di sorprese, ma anche di delusioni, basta che stai concentrato, non essere filosofico, qui poi in fondo si tratta di colpire una palla, che sia curva, cambio, slider, dritta, dal piatto deve passare, ecco lui è pronto, io pure, ed è decisiva.
Vi piacerebbe sapere come è andata a finire? Come tutte le partite importanti, la stiamo ancora giocando, perché certe partite durano una vita intera !!!

di David Capucci
per Godo Baseball

Foto © Giulio Bagnara





NEWSLETTER
Inserisci il tuo indirizzo eMail e premi invia.
leggi l'informativa sulla privacy

< Ottobre 2021 >
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
legenda: evento in programma






PARTNERS